Badolato: Un angolo di paradiso

Il viaggiatore che desidera comprendere appieno la Calabria non può non visitare il Basso Ionio Calabrese. Qui troviamo un territorio autentico caratterizzato da antichi borghi, montagne selvagge, colline verdi con uliveti e vigneti secolari, torrenti, cascate e laghi, spiagge lunghe e bianche, un mare blu e cristallino. Una fetta di territorio calabrese – ancora poco esplorata e conosciuta – che si articola lungo la coda del Golfo di Squillace, tra le province di Catanzaro e Reggio Calabria. Un “angolo di paradiso” con borghi medievali dai ritmi lenti e mediterranei.

Tra questi spicca soprattutto Badolato, in provincia di Catanzaro, uno dei Borghi più Belli d’Italia dal 2022 e finalista assieme a Peccioli (PI) nell’edizione 2024 del concorso televisivo nazionale “Il Borgo dei Borghi”. Con il suo antico borgo medievale, unico e suggestivo, e con la sua costa con un arenile ampio e lungo, Badolato è il luogo perfetto dove fare esperienza di turismo “slow”, sostenibile e relazionale, molto attento alle persone e ai luoghi, dove vivere vacanze d’altri tempi e dove l’ospitalità e l’ospite sono ancora sacri. Borgo di origini bizantino-normanne arroccato su una collina, balcone naturale sul Mar Ionio, Badolato è considerato un museo diffuso a cielo aperto multisensoriale, con un notevole patrimonio artistico-culturale, dove Greci, Romani, Normanni, Arabi, Angioini, Borboni, Spagnoli, e persino i Francesi hanno lasciato traccia del loro passaggio, visibile nelle architetture, nelle tradizioni, nei riti contadini e nelle festività religiose.

Dopo una giornata trascorsa tra parchi naturalistici, trekking o semplice relax nelle spiagge dorate, Badolato offre festival, sagre, processioni religiose, serate musicali, manifestazioni sportive, eventi culturali e artistici e tanto altro: spiccano le tradizionali processioni della Madonna della Sanità (dal 28 Luglio al 4 Agosto) e dell’Assunta (15 Agosto); la corsa amatoriale non competitiva Strabadolato (14 Agosto); il Badolato Tarantella Festival (dal 20 al 24 Agosto) e il Festival delle Migrazioni (dal 30 Agosto all’1 Settembre).


Torna in alto