Laino: Il paradiso è per tutti

RIVER TRIBE, NEL PARCO DEL POLLINO, È UN MODELLO INNOVATIVO DI OUTDOOR CHE SODDISFA LE ESIGENZE DI CHI AMA LA NATURA, DAI 4 AI 70 ANNI

Ufficialmente River Tribe nasce nel 2016. Nella realtà, però, ha origine molto prima, nei sogni di bambino e nelle successive mille esperienze in giro per il mondo di Antonio Trani, avventuriero, esploratore, visionario, sportivo professionista nel mondo del rafting, passione scoperta sul fiume Lao e grazie alla quale ha lavorato in 16 nazioni in giro per il mondo, ha viaggiato in alcuni degli angoli più nascosti della terra e ha percorso più di 50.000 chilometri lungo una quarantina di fiumi.

Poi, il ritorno in Calabria, a Laino Borgo, il paese dove è cresciuto all’interno del Parco Nazionale del Pollino, Geoparco Unesco, per creare, con la compagna di vita Margherita e alcuni dei migliori amici, un luogo simbolo dell’outdoor: River Tribe. Di più, un luogo simbolo anche del riscatto, perché costruito bonificando un terreno che ospitava una discarica, con una grande opera di riqualificazione urbana per la comunità e ponendo all’attenzione del mondo un luogo meraviglioso e per troppo tempo dimenticato.

Con River Tribe si può praticare una quindicina di attività, che soddisfano le esigenze di tutti, dai 4 ai 70 anni. È possibile fare rafting attraversando il sesto canyon più alto d’Europa, in un percorso incantevole tra cascate, fossili e acque cristalline, trekking in luoghi chiamati Il Giardino degli Dei toccando alberi millenari, si possono attraversare boschi e centri storici in mountain bike, dedicarsi allo yoga nella natura con insegnanti internazionali, ricevere un massaggio ascoltando solo i suoni del bosco, dormire nel glamping oppure nelle tende sospese tra gli alberi.

River Tribe è sempre stata una missione, riassunta perfettamente nella frase del suo fondatore: «Non utilizziamo la natura per vendere sport, ma utilizziamo lo sport per avvicinare la gente alla natura». Non a caso, Trani nell’ottobre dello scorso anno è stato a Bruxelles, ospite del Parlamento Europeo, dove ha raccontato la storia di River Tribe come modello innovativo di sostenibilità e turismo outdoor nel Mezzogiorno.

Torna in alto